Sindrome premestruale: cosa è e come si manifesta

La sindrome premestruale è soggettiva ossia varia da donna a donna. Solitamente si presenta qualche giorno prima
del ciclo mestruale, quando il corpo si prepara all’ovulazione.
L’ ovulazione è il rilascio di un ovulo  (la cellula riproduttiva femminile) che attraverso i tubi Fallopian entra nell’utero dove potrà essere fecondato dagli spermatozoi (anche il periodo dell’ovulazione varia da donna a donna)
Ma cosa succede in questo periodo? Si ha una iperproduzione di ormoni che comporta un eccessivo lavoro da parte del fegato, e il relativo stato di affaticamento. Inoltre nelle donne che soffrono di sindrome premestruale i globuli rossi presentano un basso tasso di magnesio e noi sappiamo bene che il magnesio stimola l’assorbimento e il metabolismo di altri minerali, come il calcio, il fosforo, il sodio e il potassio. Quando viene disturbato l’effetto del calcio nel nostro organismo,si hanno contrazioni neuromuscolari.
Ebbene utilizzare la vitamina B6 e B3 e le vitamine C ed E.
Durante la sindrome premestruale in alcuni soggetti che ne soffrono, assistiamo a disturbi fisici, psicologici e comportamentali.
I sintomi fisici sono di solito: Crampi, cefalea, gonfiore addominale, stanchezza, ritenzione idrica, tensione mammaria, aumento di peso, costipazione o diarrea, acne, dolori muscolari, dolori alla schiena e alle gambe.
Tra i sintomi comportamentali abbiamo: Disturbi del sonno, perdita o eccessivo appetito, calo dell’autostima, alterazione della libido, depressione, rabbia, isolamento dal sociale, disturbo del sonno.
I sintomi psicologici sono: Irritabilità, ansia, depressione, tristezza, perdita della concentrazione, ridotto rendimento.
Alcune donne, ahimè, scatenano vere e proprie problematiche con scatti d’ira verso i familiari ad esempio percuotono i figli, si azzuffano col coniuge, sono per così dire pericolose, ma questo è un diturbo ben più grave e di competenza psichiatrica e succede quando gli sbalzi di estrogeni causano cadute dei livelli della serotonina nel cervello. La serotonina è un neuro trasmettitore che regola appunto il tono dell’umore ed è per questo che una drastica riduzione scatena allarmanti sintomi di aggressività o depressione.

Lascia un commento